Tavola stondata Santa Lucia 36×26 cm stampa su tavola in md

 22,00

2 disponibili

COD: 674/4/DLUCBELTA Categoria:

Descrizione

Tavola stondata Santa Lucia 36×26 cm

La tavola stondata Santa Lucia è una tavola che rappresenta il dolce volto di Lucia avvolta da una veste rossa e azzurra, mentre regge una palma nella mano sinistra e un piattino dorato con i suoi occhi nella mano destra.

 

Specifiche tecniche
Peso: 580 g
Materiale: stampa su tavola
Dimensioni: 36×26 cm

 

Tavola stondata Santa Lucia 36×26 cm

Lucia nacque a Siracusa nell’anno 281 da una famiglia nobile e ricca. Rimasta orfana di padre all’età di cinque anni, venne educata nella religione cristiana da sua madre.

Da adulta decise, all’insaputa della madre, di mantenere perpetua verginità. Ignorando questo segreto la buona Eutichia, non tardò d’interessarsi per trovare uno sposo. Si trattava di un giovane nobile, ricco e di buone qualità, però non cristiano. Lucia si turbò: ma non volendo manifestare il suo segreto alla madre, cercò pretesti per tramandare le nozze.

In seguito, Eutichia fu presa da una grave malattia, per cui non bastando né medici nè medicine, per consiglio di Lucia, mamma e figlia decisero di portarsi in pellegrinaggio a Catania, alla tomba di Sant’ Agata, per ottenere la guarigione.Giunte a Catania, Agata fece intendere a Lucia di rimanere fedele al voto fatto e di contenere, se necessario, anche il martirio per amor di Gesù. La madre ottenne la guarigione, ma una grazia maggiore ebbe Lucia: il suo avvenire era irrevocabilmente deciso.

Tornate a Siracusa, Lucia si confidò con la madre ed ottenne che la lasciasse libera nella scelta del suo stato. Il pretendente giurò vendetta e si presentò al proconsole romano Pascasio per accusare la giovane come seguace della religione cristiana, perciò ribelle agli dèi ed a Cesare.

Lucia fu martirizzata il 13 dicembre del 304.  La salma fu posta nelle Catacombe, dove sei anni dopo sorse un maestoso tempio a lei dedicato. Si dice che a Santa Lucia venissero cavati gli occhi e che le fossero immediatamente restituiti dal Signore. Per questa ragione e per lo stesso suo nome che significa Luce, essa è invocata come protettrice degli occhi.

Liberamente tratto da Il Santo del Giorno