Sacchetto colorato con teca

 35,00

Esaurito

COD: 400SALV Categoria:

Descrizione

Sacchetto colorato con teca

Il sacchetto colorato con teca è un sacchetto bianco con un disegno che rappresenta dell’uva e del grano. Al suo interno si trovano una teca eucaristica, con un’immagine che raffigura del pane e dei pesci, un crocifisso e un purifichino.

 

Sacchetto colorato con teca

Nel Rito Romano, del viatico si occupa il Rito dell’Unzione e Cura Pastorale degli Infermi nel IV capitolo (nn. 128-164), che ne prevede la celebrazione durante la Messa o senza di essa (n. 129)[8].

Il rituale afferma che “spetta al parroco e agli altri sacerdoti che si dedicano alla cura spirituale degli infermi provvedere che gli ammalati in pericolo di morte ricevano il sostegno e il conforto del sacro Viatico del Corpo e del Sangue di Cristo”, e invita ad effettuare “una opportuna preparazione pastorale” che tenga conto delle circostanze e delle persone (n. 128).

Si prevede che, se l’infermo non può ricevere la Comunione sotto la specie del pane, gli si può dare sotto la sola specie del vino (130).

Per la celebrazione del viatico durante la Messa si usano i paramenti bianchi; e si usa il formulario della Messa per il conferimento del Viatico o quello della Messa della Santissima Eucaristia[9] (n. 132), e si seguono le indicazioni e i formulari riportati per esteso nella sezione dedicata al viatico senza la Messa.

In entrambi i casi vi sono alcune particolarità rispetto al normale Rito della Comunione agli infermi:

all’atto penitenziale il sacerdote fa seguire l’indulgenza plenaria in articulo mortis (n. 155);
si rinnova la Professione di Fede, preferibilmente sotto forma di domande a cui il moribondo risponde “Credo” (n. 157);
vi è una particolare preghiera litanica per il moribondo (n. 158);
all’acclamazione “Il Corpo di Cristo” il sacerdote fa seguire, prima di dare la Comunione all’infermo, le parole “Egli ti custodisca e ti conduca alla vita eterna” (n. 161).
In pericolo di morte il viatico può essere conferito anche con il rito continuo della Penitenza, dell’Unzione e del Viatico presente nel capitolo V.1 (n. 165-187); in tale caso i Sacramenti si conferiscono nell’ordine preciso indicato, iniziando con la Penitenza e terminato con il Viatico.

Liberamente tratto da “Cathopedia”