Statua Santa Chiara cm 165 in vetroresina

 2.250,00

1 disponibili

COD: 036-165BELSA Categoria:

Descrizione

Statua Santa Chiara cm 165 in vetroresina

La statua di Santa Chiara cm 165 in vetroresina è una statua interamente dipinta a mano, con grande attenzione e meticolosità per la definizione dei dettagli. La Santa è rappresentata con indosso il tipico saio francescano, con un velo nero sul capo, a simboleggiare la sua consacrazione come sposa a Dio; con sandali francescani ai piedi e con un cordone in vita con tre nodi, simbolo dei tre voti di povertà, castità ed obbedienza. Inoltre, la giovane regge una lampada dorata con la mano destra; mentre ha la mano sinistra leggermente sollevata.

 

Specifiche tecniche

Peso: 31 kg
Materiali: vetroresina
Altezza: 165 cm

 

Statua Santa Chiara cm165 in vetroresina

Chiara nacque nell’anno 1193 da nobili e ricchi genitori in Assisi, e fin da giovanetta dimostrò una grande pietà e devozione. In quegli anni la fama del suo concittadino Francesco cominciava ad allargarsi, e Chiara, decisa di consacrarsi al suo Signore, si presentò a lui per comunicargli il suo ardente desiderio di ritirarsi dal mondo. Francesco riconobbe in questa piissima giovane la chiamata di Dio e perciò la confermò nel suo proposito di consacrare a Gesù Cristo la sua verginità.

Venuto il giorno stabilito, Chiara fuggì dalla casa paterna e si portò alla chiesa di San Damiano dove Francesco, assistito dai suoi monaci, le tagliò i capelli e la rivestì del ruvido saio di penitenza di cui egli era già ricoperto.

Poco dopo si unirono a lei numerose vergini, e perfino sua sorella Agnese: tutte si esercitavano nell’orazione e nelle mortificazioni quotidiane della vita comune, di cui Chiara dava un sì chiaro esempio. Dormiva sulla nuda terra, qualche volta tormentandosi ancora nelle brevi ore di riposo con sarmenti o con duro legno che usava per guanciale. Portava sempre ai fianchi un aspro cilicio, digiunava tre volte alla settimana a pane ed acqua.

Santa Chiara era pure devota della passione di Gesù Cristo, che meditava versando copiosissime lacrime. Da questa devozione attinse tanto amore alla santa povertà che ricusò perfino le proposte fattele dal Papa Gregorio IX di una povertà più mitigata, ed ottenne per sè e per le sue suore quello che chiamò « il privilegio della povertà ».

Prima di morire fece un testamento: non per lasciare beni temporali, ma bensì per lasciare alle figliuole del suo cuore la santa povertà come loro divisa, come loro difesa e come loro gloria

Liberamente da Il Santo del Giorno

Informazioni aggiuntive

Peso 1.00 kg

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Statua Santa Chiara cm 165 in vetroresina”