Gesu’ Bambino buon pastore cm 60 in legno scolpito e dipinto a mano Artesanos Don Bosco Peru’

 580,00

1 disponibili

Descrizione

Gesu’ Bambino buon pastore cm 60 in legno scolpito e dipinto a mano

Il pannello Gesu’ Bambino buon pastore cm 60 è un pannello che rappresenta Gesù avvolto da una veste bianca e con un mantello arancione, mentre cammina, appoggiato ad un bastone. Ai suoi lati si trovano due caprette bianche.

 

Specifiche tecniche

Peso: 2,400 kg
Materiali: legno
Altezza: 60 cm

 

Gesu’ Bambino buon pastore cm 60 in legno scolpito e dipinto a mano

Il Papa Pio XI, istituendo nell’anno Giubilare 1925 la nuova solennità di Cristo Re, pubblicava la sapientissima enciclica « Quas primas ». Ne riportiamo i punti principali.

« […] Da gran tempo si è usato comunemente di chiamare Cristo con l’appellativo di Re, per il sommo grado di eccellenza che ha in modo sovraeminenie fra tutte le cose create. In tal modo infatti, si dice che Egli regna nelle menti degli uomini, non solo per l’altezza del suo pensiero e per la vastità della sua scienza, ma anche perché Egli è la Verità, ed è necessario che gli uomini attingano e ricevano con obbedienza da lui la verità. Similmente Egli regna nelle volontà degli uomini sia perché in Lui alla santità della volontà divina risponde la perfetta integrità e sottomissione della volontà umana, sia perchè con le sue ispirazioni influisce sulla libera volontà nostra, in modo da infiammarci verso le più nobili cose. Infine Cristo è riconosciuto Re dei cuori, per quella sua carità che sorpassa ogni comprensione umana e per le attrattive della sua mansuetudine e benignità ».

La regalità di Gesù Cristo « consta di una triplice potestà: la prima è la potestà legislativa. È dogma di fede che Gesù Cristo è stato dato agli uomini quale Redentore in cui essi debbono riporre la loro fiducia e nel tempo stesso come Legislatore, a cui debbono ubbidire. In secondo luogo egli ebbe dal padre la potestà di giudicare il cielo e la terra, non solo come Dio, ma ancora come uomo. Infine diciamo che Gesù Cristo ha pure il diritto di premiare o punire gli uomini anche durante la loro vita ».

Liberamente tratto da Il Santo del Giorno