Saldo

Fioriera vaso in ottone dorato cm 70

 220,00  110,00

4 disponibili

COD: METALLOCM70NAS Categoria:

Descrizione

Fioriera vaso in ottone dorato cm 70

La fioriera vaso in ottone dorato cm 70 e’ un vaso per fiori utile da posizionare ai lati dell’altare o davanti ad una statua.

La doratura, a spessore, garantisce la sua lucentezza a lungo termine

La bocca del vaso ha diametro cm 14

Specifiche tecniche

Peso: 2,100 kg
Materiali: ottone dorato
Altezza: 70 cm

Prodotto in Italia

 

Fioriera vaso in ottone dorato cm 70

Nell’incanto del mese di maggio i cinque petali della rosa canina selvatica e le rose dei giardini pubblici e privati annunciano i colori e il profumo della Primavera e diventano preghiera nell’omaggio alle statue ed edicole mariane mentre si recita il Rosario.

Lo stesso lemma “Rosario” deriva dalle rose che costituiscono i grani della corona della preghiera mariana di maggio.

Sui piedi della Vergine di Lourdes nell’iconografia classica le rose sono gialle come descrisse la veggente Bernadette Soubirous:

“Io scorsi una signora vestita di bianco. Indossava un abito bianco, un velo bianco, una cintura blu e una rosa gialla sui piedi.

nella simbologia il giallo è il colore della luce, della santità e si accosta al colore dell’oro.

Nell’iconografia mariana figurano le Rose d’oro, come ritroviamo nella mano sinistra della Vergine di Maria Altomare, di cui è stata celebrata la Festa in Andria e a Canosa di Puglia(BT) nel martedì dopo la Pentecoste.

Una rosa d’oro viene offerta dalle mani del Pontefice alle mani della Vergine Maria: Paolo VI donò la rosa d’oro al santuario di Fatima nel 1965 e a quello della Vergine di Guadalupe nel 1966, mentre Giovanni Paolo II la inviò alla Madonna nera di Jasna Góra nel 1982.

Di recente Papa Francesco a Molfetta nella venerazione di Don Tonino Bello ha offerto una rosa d’oro alla Madonna dei Martiri.

Lo stesso Padre PIO, quattro giorni prima della santa morte, inviò una rosa rossa alla Vergine di Pompei, dove è custodita in un tronetto pregevole di argento e corallo, ad attestare la sua devozione alla Vergine del Rosario.