Saldo

Bibbia di Gerusalemme tascabile con bottone

 30,00

22 disponibili

COD: B.GER.T.BOTTDEH Categoria: Tag:

Descrizione

Bibbia di Gerusalemme tascabile con bottone

La Bibbia di Gerusalemme tascabile con bottone è un libro pregiato, la copertina in brossura stampata, e ideale da portare in borsa.
La Bibbia di Gerusalemme è dotata di un bottone per chiuderla e  corredata di scatola serigrafata.

Stampata in tutte le lingue del mondo cristiano, la Bibbia di Gerusalemme è la più diffusa al mondo. E’ la piu’ amata dai credenti, la più consultata dagli esperti, la più frequentata dal pubblico laico per  il rigore degli studi e l’affidabilità dei ricercatori che vi hanno lavorato

 

Specifiche tecniche

Peso: 650 gr
Misura: cm 15x11x7

 

Bibbia Gerusalemme tascabile con bottone

La Bibbia cristiana comprende l’Antico Testamento ed il Nuovo Testamento, specifico cristiano, cioè la parte relativa a Gesù e alla nascente Chiesa apostolica.

Le chiese protestanti, seppure con differenze a seconda dei periodi, escludono dall’Antico Testamento gli stessi libri esclusi dal Canone ebraico. La Chiesa cattolica e quelle ortodosse seguono invece la Septuaginta,  che comprende libri in origine scritti sia in ebraico che in greco. La Bibbia Protestante contiene complessivamente sette libri in meno di quella cattolica: Tobia, Giuditta, Maccabei 1 e 2, Sapienza, Siracide, Baruc; oltre ad escludere 4 capitoli del Libro di Ester e 2 capitoli del Libro di Daniele.

I libri che non appartengono al canone della Bibbia ebraica sono detti deuterocanonici dai cattolici mentre sono considerati apocrifi dai protestanti, i quali il più delle volte li inserivano come appendice a parte fra i due testamenti. Sono i libri dell’Antico Testamento scritti in lingua greca, ad eccezione del Siracide composto in ebraico.

Anche per il Nuovo Testamento, scritto in greco, in età antica vi erano state differenze fra le varie chiese sul numero dei libri da recepire come ispirati. In particolare erano sorti dubbi sulle epistole non attribuite a Paolo di Tarso e sull’Apocalisse.

Tratto liberamente da Wikipedia