Acquasantiera raffigurante la Beata Vergine di Pompei

 8,00

2 disponibili

COD: AQ8POMPEIEUCO Categoria:

Descrizione

Acquasantiera raffigurante la Beata Vergine di Pompei

L’acquasantiera raffigurante la Beata Vergine di Pompei è un’acquasantiera che rappresenta la Madonna di Pompei con Gesù seduto sulle sue gambe; mentre ai piedi si trovano San Domenico che riceve il rosario da Gesù e Santa Caterina che riceve il rosario dalla Madonna. Questa raffigurazione è realizzata sul peltro, con alcuni elementi dorati, come la corona di Gesù e la Madonna.
Intorno a questa raffigurazione si trova una decorazione con elementi dorati che dà luminosità e splendore alla figura.

 

Specifiche tecniche

Peso: 50 g
Materiali: legno e peltro
Altezza: 11,5 cm
Larghezza: 7 cm
Profondità: 2,5 cm

 

Acquasantiera raffigurante la Beata Vergine di Pompei

Il culto della Beata Vergine del Rosario di Pompei, nasce alla fine del 1800 ad opera di Bartolo Longo, oggi Beato Bartolo Longo, il quale, si narra che, mentre si trovava nei campi, udì la Madonna dirgli: “Se propagherai il Rosario sarai salvo” . Il giovane Bartolo Longo, rimase scosso da questo messaggio che la Madonna gli affidava, tanto da abbandonare gli ambienti satanici che frequentava, e iniziare la propria opera di diffusione della preghiera del Rosario.

Tuttavia i primi tentativi di diffusione del Rosario non ottennero grandi risultati, e per questo si recò a Napoli, per acquistare un dipinto affinché il popolo di Pompei potesse più facilmente convertirsi a questa preghiera. La sorte volle che, una volta giunto a Napoli, Bartolo Longo incontrò il proprio confessore, che gli suggerisce di rivolgersi a Suor Maria Concetta del convento di Porta Medina, la quale custodiva un dipinto della Madonna del Rosario, che lo stesso confessore gli aveva affidato anni prima.

La tela era in pessime condizioni, danneggiata dalle tarme. Ma, di fronte alle insistenze della suora, non potè rifiutare il dono e con questo si diresse verso Pompei. Il quadro non poteva essere esposto alla cittadinanza in quelle condizioni. Fu così che Bartolo Longo decise di affidare alle mani di un restauratore il quadro e, contemporaneamente, diede inizio alla costruzione di una nuova chiesa nella quale esporre il dipinto.

Il dipinto della Madonna di Pompei venne venerato fin dalla prima esposizione pubblica: infatti, già il 13 Febbraio 1876, quando venne mostrato per la prima volta il dipinto, si verificò il primo miracolo, ovvero la guarigione a Napoli di una ragazzina malata di epilessia. In poco tempo iniziarono a giungere a Pompei migliaia di fedeli, ciascuno chiedendo una grazia alla Madonna.

Liberamente tratto da il Santo del Giorno

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Acquasantiera raffigurante la Beata Vergine di Pompei”